LA SPONSORIZZAZIONE NEGLI EVENTI ECM ED IL RISCHIO DEL CONFLITTO DI INTERESSI

Il sistema ECM trova oggi nella sponsorizzazione da parte dell’Industria la principale delle proprie fonti di finanziamento.

La sponsorizzazione costituisce, inoltre, parte integrante della strategia di marketing dell’azienda – operante in ambito sanitario – che decida di diventare sponsor, poiché costituisce strumento attraverso cui valorizzare notevolmente la propria immagine aziendale.

Per questi motivi, negli ultimi tempi l’interesse degli operatori si sta focalizzando sulla corretta gestione dell’attività di sponsorizzazione alla luce della normativa vigente in materia, che attenziona in particolare sulla necessità di evitare la sussistenza di profili di conflitto di interesse tra Sponsor e Provider.

In ambito ECM si parla di Sponsorizzazione quando un soggetto privato fornisce risorse finanziare, prodotti e/o servizi ad un Provider mediante un contratto, a titolo oneroso o gratuito, in cambio di spazi di pubblicità o attività promozionali per il proprio marchio o per propri prodotti.

È quindi intuitivo che la sponsorizzazione, se non correttamente gestita, possa “inquinare” la qualità dell’attività formativa, la quale deve mirare esclusivamente a facilitare l’acquisizione di una migliore pratica clinica, tecnica ed assistenziale.

Alla luce di ciò, la complessa normativa di riferimento – che riunisce atti aventi forza di legge con fonti secondarie di tipo amministrativo – ha lo scopo di minimizzare alla radice il rischio di potenziali conflitti di interesse tra lo Sponsor ed il Provider, il quale è l’unico responsabile della qualità del servizio formativo.

A tal fine, la normativa ECM prevede che ogni attività di finanziamento debba essere gestita con “correttezza e trasparenza” per evitare che vi sia conflitto d’interessi nei rapporti collegati all’evento formativo: il Provider può infatti accreditare eventi ECM solo se in grado di garantire che le attività educazionali siano obiettive e non influenzate da interessi diretti o indiretti da parte dell’azienda Sponsor.

Inoltre, il Provider deve essere obbligatoriamente coinvolto in tutte le fasi di creazione e realizzazione dell’evento di formazione ECM, in qualità di garante del rispetto della normativa, in particolare devono essergli devolute in modo esclusivo una serie di attività, tra le quali il pagamento e/o il rimborso spese ai docenti, con assoluto divieto di condividere con lo Sponsor i nominativi degli iscritti al corso di formazione.

In alcuni casi, il Provider può decidere di esternalizzare ad una Segreteria Organizzativa alcuni servizi, attribuendole e la gestione diretta dei rapporti economici con lo Sponsor, così come la gestione amministrativa dell’evento formativo (fatturazione, incassi, etc.).

Lo Studio Wise è specializzato nell’assistenza e predisposizione di accordi di sponsorizzazione specialmente con riferimento agli eventi ECM, ed offre consulenze professionali di alto livello a tutti i player che decidano di operare e/o investire in questo settore in qualità di sponsor, Provider o semplicemente di segreteria organizzativa.

Print Friendly, PDF & Email